Le Origini

Le Origini

L’attuale farmacia di Castel del Piano è di proprietà della famiglia Luciani dal 1922 quando il dott. Fausto Luciani la acquistò dal dottor Francesco Cappuccini.

Il dottor Luciani, e per tutti affettuosamente “Sor Fausto”, venne giovanissimo a Perugia, laureato a Roma in Farmacia e una seconda laurea in Chimica pura.

Con la sua non comune intelligenza e ampiezza di vedute, rinnovò il sitema passando dalla Spezieria, come una volta veniva chiamata la farmacia, ad una rinnovata e moderna farmacia, organizzando il retro con un piccolo laboratorio chimico (tra i primi a Perugia) dove si produceva tutto ex tempore.

Durante le ore del giorno ogni tanto si sentiva il suono del bronzo, quando il pestello si ripercuoteva nel mortaio per frantumare radici, polverizzare foglie e semi medicinali che servivano a fare sciroppi, decotti, infusi, pillole, supposte, unguenti, pomate, tutto ciò quello che i medici prescrivevano da quella fucina chimica veniva tutto preparato con grande professionalità e scrupolosa igiene.

Ormai sono poche le persone a Perugia che ricorderanno questo grande professionista, ma quelle che ci sono ancora, daranno atto della sua intelligenza, della sua correttezza e della grande umanità.

In quei difficili anni prima, durante e dopo la guerra, nelle zone di campagna di Perugia, come era questa di Castel del Piano, la maggior parte della popolazione era contadina, con scarse risorse economiche.

Riferendomi alla grande umanità del dottor Luciani, vedendo che la gente non poteva curarsi per mancanza di soldi per comprare le medicine, egli dava ai contadini i farmaci a credito, facendosi pagare al momento del raccolto appesantendo così il suo bilancio.

Ma tutto questo non bastava al Sor Fausto: studiava, faceva ricerche per nuovi farmaci utilizzando i conigli per i suoi esperimenti.

Dopo anni di studi e ricerche mise in commercio un preparato di calcio colloidale e fondò il Laboratorio Biofarmacoterapico, piccolo stabilimento farmaceutico a Perugia.

Assunse una trentina di ragazze in camice bianco e fù una prima conquista per le giovani di allora nel periodo di guerra e molto di più per il paese.

Il laboratorio partì alla grande producendo il prodotto in fiale per uso endovenoso, intramuscolare e tre tipi di sciroppo.

La specialità chiamata Idrosol calcico, fu registrata regolarmente dal Ministero della Sanità e venduta inizialmente a Perugia e successivamente in tutta Italia.

Risultò efficacissima come ricostituente, nelle forme pleuriche e tubercolari, allora molto diffuse ra i giovani reduci e la gente con scarso nutrimento.

In seguito il Laboratorio Biofarmacoterapico venne trasferito a Perugia, ma a Castel del Piano il dottor Luciani continuò con sempre più entusiasmo nel suo primo laboratorio accanto alla farmacia e si dedicò ad altri studi e ricerche sempre più avanzate.

Questo entusiasmo ha fatto sì che, anche nella farmacia moderna, i figli e i nipoti del dottor Fausto hanno voluto dare ampio spazio al laboratorio galenico dove, ogni giorno, vengono allestite preparazioni su richiesta di medici specialisti o di medicina generale oltre ad integratori efficaci sul sistema immunitario, fermenti lattici, tisane e Tinture Madri.